Struttura della Biblioteca - Biblioteca Diocesana di Caserta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Struttura della Biblioteca



La Biblioteca del Seminario Vescovile si struttura su tre livelli, ciascuno dei quali con una propria specifica caratteristica e funzione. Esigenze di conservazione, di consultazione e di catalogazione hanno dettato le scelte operate in merito alla custodia del patrimonio librario dell'ente.



Il piano interrato

Nel piano interrato viene custodito e conservato gran parte del patrimonio librario della Biblioteca, quello che, si può dire, non è di ordinaria consultazione.


Il piano terra


Lungo i portici del cortile del Seminario, al piano terra di via Redentore dell’edificio, si trova la Sala Conferenze  in cui sono conservate le opere di maggiore consultazione.
Questa sala, dotata di circa 150 posti a sedere, di un ampio tavolo-conferenze, di un telone per proiezione, di materiale per l'assistenza tecnica, ecc., è attrezzata per conferenze, convegni culturali, manifestazioni di interesse locale, e per queste attività osserva anche orari prolungati di apertura oltre quelli già segnalati.
La sala si struttura su due livelli. Al piano terra vi è la sala vera e propria, che dispone anche di diverse postazioni computer, tutte dotate di collegamento ad internet ADSL.
Il piano ammezzato invece serve esclusivamente per la conservazione di parte dei libri della Biblioteca.


Il primo piano


Il primo piano è costituito da sale consultazione e lettura, dalla sala antica e dall’ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP). Le sale di lettura, studio e consultazione sono tre, dotate di circa 70 posti a sedere.
La Biblioteca dispone di un’ulteriore sala nella quale vengono conservati i testi più antichi di cui la struttura dispone. Si tratta di opere risalenti anche al XVI secolo la cui conservazione richiede particolari cure e attenzioni. I testi presenti in quest’area sono consultabili solo su richiesta espressa al Direttore della Biblioteca e, preferibilmente, riservata soltanto a studiosi ed esperti.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu